QUINTA TAPPA

Dal Passo del mercante (Canolo Nuova) al Passo della Limina

DATI TECNICI DELLA TAPPA

ALTITUDINE:minima 822 m., massima 960m.
LUNGHEZZA TAPPA 12 km. .
LUNGHEZZA TAPPA CON SOSTA A “CANOLO NUOVA” 12 km..
LUNGHEZZA TAPPA CANOLO NUOVA - AGRITURISMO “S. NICODEMO” 13 km..
TEMPO DI PERCORRENZA: 4/5 ore.
DIFFICOLTA': E.
SEGNAVIA: rosso-bianco-rosso.
ACRONIMO SB
NUMERO CATASTO SENTIERI PNA 200

INTERSEZIONE CON STRADE ASFALTATE

• SP 35 al Piano Castro
• SP 35 nei pressi del Casello Forestale Barca
• Strada S. Giorgio Morgeto – S. Todaro nei pressi di Piano Mortelle
• SP 35 dir. Al Piano della Limina

DESCRIZIONE DELLA TAPPA


L’escursionista che fa tappa a Canolo Nuova si dirige verso la via Tommaso Campanella e la percorre in direzione Nord-Ovest prima di piegare a destra per imboccare, in direzione nord-ovest la strada interna, immersa nel bosco, che sale rettilinea fino a intercettare la SP 35 e il “Sentiero del Brigante” al Piano Castro.


Al Passo del Mercante si piega a destra lungo la SP 35 e, subito dopo, a sinistra per imboccare il sentiero che si sviluppa, rettilineo, lungo una fitta pineta.

sentiero-del-brigante-tappa-5

Quando il sentiero si biforca, si piega a destra per immettersi nella SP 35. Si piega a sinistra e si segue la strada asfaltata per un breve tratto prima di immettersi, sulla sinistra, nel sentiero che si snoda nella faggeta e prosegue poi a mezza costa fino al Casello Forestale Barca (m.950) e alla adiacente sorgente d’acqua.

Dal Casello, si segue la strada che sale rettilinea nella pineta fino a quando non intercetta la SP 35.

Si attraversa e s’imbocca il sentiero che corre rettilineo e che, dopo un brevissimo tratto, si perde in una più consistente strada sterrata. Si piega a sinistra, in leggera salita, e si segue la strada sterrata, immersa nella faggeta, che presto incrocia una seconda strada sterrata. Si attraversa e si prosegue lungo il Piano Mortelle (m. 960) avendo cura di tenersi sulla sinistra, a ridosso degli alberi. Giunti ai margini del Piano si piega a sinistra per scendere dolcemente fino a un pianoro e alla strada asfaltata che conduce a San Giorgio Morgeto, al Passo della Limina e Siderno (m. 882).

Attraversata la strada asfaltata s’imbocca il sentiero che, dopo una breve salita, piega a sinistra per snodarsi lungo la sommità di una formazione di arenaria, avendo sempre, alla sua sinistra, la SP 35 dir.

Quando il sentiero si avvicina fino a lambire, per la seconda volta, la SP 35 dir., si prosegue lungo il sentiero, avendo alla propria sinistra la formazione di arenaria. Nei pressi di una masseria, visibile in basso a destra, s’intercetta la SP 35 dir. che proviene da Canolo e S. Giorgio Morgeto e si dirige verso il Piano della Limina.

Si piega a destra e, subito dopo a destra, per imboccare e percorrere il sentiero che si snoda lungo la linea mediana di una formazione di arenaria, seguendo l’andamento delle paline del metanodotto.

Quando appare il Piano e il Passo della Limina si piega a destra e si scende, lungo un ripido sentiero appena accennato, che, in poche decine di metri, riporta alla SP 35 dir. Da qui si prosegue, lungo l’asfalto, fino al Passo della Limina (n. 822).

Il toponimo "Limina", dal latino “limen”, indica il punto in cui finisce l'Aspromonte e cominciano le Serre. Per questo motivo il Passo della Limina segna il confine settentrionale del Parco Nazionale dell'Aspromonte.


L’escursionista che non fa tappa al Piano della Limina prosegue lungo la SP 35 dir., direzione Fabrizia.


L’escursionista che fa tappa al Piano della Limina lascia la SP 35 dir. e piega a destra all’altezza del ristorante Passo del Mercante, a pochi metri dal bivio per Cinquefrondi. Segue quindi la strada asfaltata. Dopo circa 2,5 km. appare l’Agriturismo San Nicodemo.

Facebook